Scritto da
Venerdì, 07 Marzo 2014

Ristrutturazione delle campagne di Facebook, cosa cambia

Novembre scorso ci fu un rumor abbastanza pressante, Facebook stava progettando una revisione della sua struttura campagna pubblicitaria.

La novità più grande riguarda l’inserimento di un nuovo livello pubblicitario chiamato Ad Set, che si posizionerà tra la campagna e gli annunci che tutti conosciamo.

Facebook si rinnova nel marketing, come?

Dopo mesi di attesa hanno confermato sul suo blog ufficiale Facebook ha annunciato nuove impostazioni per la strutturazione delle campagne dal 4 marzo. Le integrazioni introdotte interesseranno soprattutto gli strumenti per la creazione (Ads Create Tool) e di gestione degli annunci (Ads Manager), il tool Power Editor e le interfacce pubblicitarie di terzi create dalla community Facebook Preferred Marketing Developer. La nuova struttura è descritta come “un modo più semplice per organizzare e ottimizzare le campagne su Facebook” ed è finalizzata a migliorare il flusso di lavoro pubblicitario, di reporting e ottimizzazione.

Il marketing attuale di Facebook permette di avere centinaia o migliaia di campagne gestite da un solo account e destinate a un pubblico e target diversi.
Ad esempio, un inserzionista potrebbe avere il 15% delle loro campagne focalizzate sull'acquisizione di fan della sua pagina, il 20% concentrato su di una guida per dispositivi mobile oppure un’applicazione desktop che gestisce incontri e il 65% rimanente concentrata sull’acquisizione di nuove visita verso un sito avendo come obbiettivo il ROI (Return of Investiment; tradotto come indice di redditività del capitale investito o ritorno sugli investimenti).
Gestire migliaia di campagne su centinaia di destinatari con obiettivi contrastanti può essere effettivamente confusionario e problematico per gli inserzionisti e i professionisti che li seguono senza una piattaforma di gestione sofisticata (e di solito anche molto costosa).

Passando a un nuova gestione delle campagne, Facebook spera di dare la possibilità di fare marketing in modo migliore per organizzare campagne destinate ad obiettivi di business simili.

Facebook ci spiega:

Come utilizzare la nuova struttura della campagna
Diciamo che sei il proprietario di una piccola catena di hotel. Puoi avere un paio di obiettivi pubblicitari differenti:

  • Aumentare il traffico al tuo sito web per aumentare le prenotazioni
  • Aumentare la brand awareness
  • Promuovere offerte settimanali

Con la nuova struttura della campagna si inizierà con la creazione di una campagna per ogni obiettivo. Successivamente sarà possibile creare gruppi di annunci che rappresentano il target che si desidera raggiungere in ogni campagna.
Ad esempio, nella campagna costruita per ottenere rusultati relativi al traffico verso il tuo sito web è possibile creare un ad set mirato per le persone che sono sulla lista e-mail e un altro per le persone che hanno espresso interesse per le attrazioni vicino a un hotel (geolocalizzazione).
Infine, si possono creare ads per ogni insieme di ad set!
È possibile creare più ads all’interno di ogni gruppo di ad set, assicurandosi che ogni annuncio si rivolge allo stesso pubblico pur offrendo diverse immagini, link, video o copie dell’annuncio stesso.
Questo può aiutare a comprendere quali annunci sono in risonanza con ogni segmento di pubblico e, di conseguenza, creare campagne meglio ottimizzate.

Disponibilità

La nuova struttura della campagna agisce contemporaneamente in tutto il mondo attraverso tutte le interfacce di ads, compresi Ads Create Tool, Ads Manager e Power Editor.
Con la nuova struttura in essere tutte le campagne sono state migrate automaticamente verso la nuova struttura. La migrazione non avrà un impatto verso lo sviluppo, il budget già preimpostato o verso il rendimento degli annunci esistenti e rimarrà comunque l’accesso ai dati storici per le campagne e annunci esistenti.
Per ulteriori informazioni sulla nuova struttura della campagna puoi tranquillamente chiedere a noi di ZendoADV.

Letto 4931 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Forse ti possono interessare anche questi articoli:

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.